Footballization

A Borj el Barajneh, come in tanti luoghi al mondo, si gioca a calcio.
Non c’è bisogno di dire quanto il calcio, sport universale e nazionalpopolare in tutti i luoghi, soprattutto quelli più dimenticati, sia giocato e amato da tutti, dai più ai meno giovani. E non c’è bisogno di spiegare perché un giovane ricercatore italiano, finito a Borj el Barajneh per la sua ricerca, patito di calcio e in cerca di una squadra con cui allenarsi, sia finito a giocare nel’Al Aqsa, la principale squadra palestinese, intitolata alla Moschea di Gerusalemme. Stefano comincia così ad allenarsi con ragazzi siriani, palestinesi, libanesi. A confrontarsi con le grandi leggende del calcio palestinese, con le sfide quotidiane, e con le sconfitte della vita che subisci quando nasci dal lato sbagliato, e capisce che c’è una storia bella da raccontare. La storia è che Rami, Yazan, Louay e tutti i giocatori hanno un sogno. Quello di tornare a casa, anche se non sanno né quale sia, né come tornarci. La Siria in macerie? Il Libano inospitale? L’inarrivabile Palestina? Non importa, quello che importa è continuare a giocare, e a sognare.

L'articolo Footballization proviene da Best Movie.

Fonte: Film: trame e trailer – Best Movie
Leggi ...