Game of Thrones nei guai: la serie è stata denunciata per uno dei suoi episodi più famosi

Game of Thrones

Tra le più grandi produzioni degli ultimi tempi c’è senza dubbio Game of Thrones, che ha visto un impiego di risorse davvero notevole – tra i più alti fino a poco tempo fa tra le serie tv. Soprattutto gli ultimi episodi della serie, momento in cui è stata inscenata la battaglia di Winterfell, ha richiesto la collaborazione di numerosissimi stunt per simulare la battaglia tra gli eroi protagonisti e l’esercito comandato dal Re della Notte

Sembra però che in quei frangenti non tutto sia andato come avrebbe dovuto e una delle controfigure è rimasta gravemente ferita. Al momento infatti ci sarebbe una causa in corso e sono già diverse le testimonianze che sono seguite. In particolare, stando a quanto riportato in queste ore da Variety, Casey Michaels era sul set della serie HBO quando sarebbe caduto e avrebbe riportato una grave lussazione alla caviglia sinistra. 

Le dinamiche dell’incidente – avvenuto durante le riprese del terzo episodio – sono state rese note dallo stesso sito, che ha riportato entrambe le versioni dei fatti proposte dalle parti in causa. Durante le riprese della puntata sono stati chiamati ben 28 stunt per vestire i panni dei non-morti, che si sono arrampicati sui bastioni del castello per poi lanciarsi da un tetto spiovente al suo interno. Sembra, stando agli atti depositati in tribunale, che ad accogliere i professionisti alla fine del salto, ci fossero dei box rig, che tuttavia non sarebbero così resistenti e ad ogni impatto si danneggiano.

L’ultimo a scendere sarebbe sarebbe stato proprio Michaels, che indossava parastinchi e altre attrezzature per proteggere ginocchia, gomiti, fianchi e schiena. Nonostante ciò la caduta sarebbe stata piuttosto violenta e il su menzionato box rig non adatto a consentirgli di attutire l’urto. Il risultato sarebbe stato un atterraggio troppo rigido sui piedi e una delle caviglie avrebbe ceduto

I legali dello stuntman hanno riferito che l’uomo avrebbe già subito diversi interventi e che non solo non è in grado di tornare al proprio lavoro, ma ad oggi avrebbe anche dei problemi a svolgere mansioni semplici come andare a fare la spesa o svolgere i lavori di casa. 

In loro difesa, invece, gli studios avrebbero affermato che Michaels non avrebbe seguito le indicazioni del coordinatore degli stunt e che sarebbe caduto in maniera troppo rigida. La lesione, dunque, sarebbe stata causata «Dall’incapacità del ricorrente di eseguire correttamente l’acrobazia dichiarata e/o con l’abilità e la cura di uno stuntman ragionevolmente competente».

Secondo gli atti del tribunale, la richiesta di risarcimento (che varrebbe quasi 5 milioni di dollari) sarebbe stata depositata nel gennaio 2021 e durante l’estate il caso potrebbe essere dibattuto di fronte al giudice. 

Fonte: Variety

Foto: HBO

Leggi anche:House of the Dragon uscita: quando potremo vedere l’atteso spin-off di Game of Thrones

Fonte: Serie TV – Best Movie
Leggi ...