House of the Dragon, la star della serie si lamenta per le troppe scene di sesso: «Ne abbiamo davvero bisogno?»

house of the dragon

Tra i motivi di successo della serie Game of Thrones, sicuramente c’è stato l’alto tasso di scene a luci rosse. Lo show cappa e spada con sangue e sesso ha appassionato milioni di persone e si è reso unico proprio per questo motivo, attirandosi anche lamentele da parte della sua protagonista Emilia Clarke. Il prequel House of the Dragon sarà da meno? No, a quanto pare.

A rivelarlo è uno dei protagonisti della serie che sta per fare il suo debutto: Matt Smith, ex Dottore e ora interprete di Daemon Targaryen ha parlato proprio di questo aspetto dello show durante un’intervista a Rolling Stone. L’attore, però, non si è detto particolarmente entusiasta di questo aspetto di House of the Dragon (QUI il trailer).

«A un certo punto ti ritrovi a chiederti: abbiamo davvero bisogno di un’altra scena di sesso? – ha detto Smith nell’intervista – E loro rispondono qualcosa come ‘Sì, ne abbiamo bisogno’». Da qui, una seconda riflessione: «Penso che sia il caso di chiedersi: cosa state facendo? State rappresentando i libri, o li state diluendo per rappresentare l’epoca attuale? E in realtà penso che il loro lavoro sia mostrare i libri il più onestamente e fedelmente possibili, così come sono scritti».

Una lamentela non da poco nei confronti dei creatori dello show, che a quanto pare hanno “forzato la mano” anche nei nuovi episodi dedicati alla Casata dei Targaryen. Quando gli viene chiesto se quindi anche Daemon avrà tante scene di sesso in House of the Dragon, ha risposto: «Sì, anche un po’ troppe se lo chiedi a me».

Nella stessa intervista, Matt Smith ha fatto spallucce anche sull’insuccesso del film Morbius, nel quale interpreta la parte del cattivo. A suo giudizio, poco importa e bisogna superare la cosa, perché in fondo «è solo un film, non stiamo salvando vite». Siete d’accordo con lui?

Nel frattempo, vi ricordiamo che House of the Dragon adatterà il volume di George R.R. Martin intitolato Fire & Blood, portando così su schermo la cosiddetta Danza dei Draghi, la nota guerra fratricida Targaryen combattuta tra i due fratelli Aegon II e Rhaenyra in seguito alla morte del padre per la conquista del trono. La guerra avrà come conseguenza lo schieramento delle grandi casate – tra cui i Lannister e gli Stark – nelle due fazioni.

Nel cast, oltre al già citato, vedremo Emily D’Arcy come Rhaenyra, Rhys Ifans nei panni di Otto Hightower e Olivia Cooke in quelli di Alicent Hightower. Steve Toussaint sarà Lord Corlys Velaryon, detto Il serpente marino, mentre Paddy Considine interpreterà il potente Re Viserys I. A completare il cast ci sono Eve Best nel ruolo della principessa Rhaenys Velaryon, Fabien Frankel nel ruolo di Criston Cole e Sonoya Mizuno in quello di Mysaria.

Leggi anche: «Non è più misogina della vita vera»: George R.R. Martin risponde alle critiche su House of the Dragon

Foto: MovieStills

Fonte: Rolling Stone

Fonte: Serie TV – Best Movie
Leggi ...