The Walking Dead: a quanto pare, il calo di ascolti dello show è stato causato da un singolo personaggio

Era uno dei personaggi più attesi di The Walking Dead, eppure, nonostante tutto, ne è stato la rovina. Stiamo parlando ovviamente di Negan, il celebre villain che ha fatto il suo debutto alla fine della sesta stagione con uno tra i cliffhanger più drammatici e forse devastanti della storia televisiva.

Quando poi, dopo una lunga attesa, lo abbiamo incontrato nuovamente nel primo episodio della settima stagione, la sua fedele Lucille si è portata via – con una brutalità inaspettata persino per un pubblico abituato a vedere i suoi eroi sbranati dagli zombie – due tra i personaggi più amati della serie: Glenn ed Abraham.

Ma complici le aspettative arrivate alle stelle, oltre che l’estrema – e forse eccessiva – violenza, quella scena ha segnato la fine di The Walking Dead. Da quel momento infatti, un’ampia fetta di pubblico ha iniziato ad abbandonare la visione come mai era accaduto prima, portando uno dei prodotti più amati del piccolo schermo, ad un progressivo calo di ascolti.  

Questo dettaglio emerge da una ricerca fatta dal sito Broadband Choices, che attraverso un grafico ha messo in evidenza come il debutto di Negan abbia portato il gradimento da parte degli spettatori ad una repentina discesa. In sostanza quindi, pare che il personaggio di Jeffrey Dean Morgan non sia stato una sciagura solo per i protagonisti di The Walking Dead, ma anche per l’intero show. Voi siete d’accordo?

ECCO IL GRAFICO.

L'articolo The Walking Dead: a quanto pare, il calo di ascolti dello show è stato causato da un singolo personaggio proviene da Best Movie.

Fonte: Bestserial – Best Movie
Leggi ...